in Salute

Italia: tra voglia di fumare e desiderio di smettere

sigarettaRiguardo al fumo, la situazione in Italia non è affatto rosea: i dati Istat mostrano per il 2009 un aumento percentuale di fumatori: la salita è del 23 per cento, un punto percentuale in più rispetto all’anno precedente.
Fumo attivo e passivo sono fra le cause principali che determinano tosse, bronchiti croniche ed enfisema polmonari.
Eliminare la sigaretta, significa non solo regalare un vantaggio a sé stessi, ma anche rendere un diritto a tutti i non fumatori costretti a respirare sostanze nocive.
Sicuramente smettere comporta una serie di sconfitte e ricadute, soprattutto nei fumatori più accaniti, ma è necessario caricarsi di buona volontà e provare. Anche perché il fumo diminuisce la resistenza fisica, confonde gusti e odori delle cose e, cosa più importante, toglie anni di vita.

Scegliere di smettere di fumare significa rispettare sé stessi e gli altri, ed ecco dunque un dato di speranza, a fare da contraltare all’allarmate situazione nazionale: negli ultimi cinque anni è aumentata la vendita di prodotti per la terapia anti-fumo: pastiglie, caramelle e chewin-gum alla nicotina, sigarette elettroniche, segno che è diffusa la volontà di dire basta al fumo. Per chi ha bisogno di un aiuto, esistono anche ebook che illustrano le migliori strategie per smettere di fumare: contengono tecniche pratiche e la descrizione delle abitudini che seguono chi ha smesso definitivamente e, forse, risparmiando i soldi delle sigarette ha guadagnato qualche anno di vita. No Fumo, è uno di questi: di sicuro il titolo è perentorio e ben augurante, se lo avete letto, o ne avete altri da consigliare, lasciate un commento.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *