logo

Turismo ai tempi del coronavirus: l’Alto Adige si attrezza per ripartire

belvedere trentinoAlberghi pieni solo a metà, picnic all’aperto e spazi più ampi, per garantire la sicurezza a tutti questa estate. Questa la ricetta dell’Alto Adige per ripartire con il turismo la prossima estate.

La Val Gardena ha reagito da subito all’emergenza sanitaria del Coronavirus, e ora sta già organizzando la ripartenza estiva, per garantire la massima sicurezza ai turisti ed agli operatori del settore. Gli immensi spazi verdi e le montagne sono di certo un vantaggio in questo rispetto alle spiagge ed alle città.

E da sempre sicurezza e spensieratezza sono parte dell’idillio dell’Alto Adige e della Val Gardena, valori primari che non possono essere messi a rischio neanche in questo periodo delicato. La fase dell’emergenza sta per concludersi, la vita continua per tutti e andremo incontro ad un periodo di convivenza con il virus. Per questo è importante per il futuro delle strutture turistiche pensare al dopo, per offrire un nuovo clima vacanziero improntato alla totale sicurezza e flessibilità per gli ospiti.

“Per la stagione estiva noi abbiamo deciso di regalare una totale serenità ai nostri ospiti, e riempiremo solo la metà delle nostre strutture. Questa scelta garantisce il doppio dello spazio e la giusta distanza di sicurezza tra i componenti dei diversi nuclei familiari, in modo da garantire il massimo della sicurezza per tutti. La nostra idea è quella di offrire gli stessi grandi spazi dei verdi prati degli alpeggi dolomitici” racconta Ezio Gevin Prinoth, titolare degli Hartmann Hotels.

“Il piacere a tavola rimarrà naturalmente inalterato e gli ospiti avranno la possibilità di scegliere per i pasti fra un servizio in sala con grandi spazi o in camera con un servizio personalizzato. Si tornerà in tante cose agli anni ’60 famosi per la “dolcevita” italiana, tanto invidiata in tutto il mondo ed offriremo anche picnic all’aperto, preparati dall’hotel, che pensiamo saranno il nuovo Plus di questa estate“ conclude Prinoth.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.