logo

Terme Dolomiti a Pozza di Fassa: esperienza alpina da provare

terme dolomitiCari lettori, sono andata per voi in missione in un posto bellissimo, le QC Terme di Pozza di Fassa in Trentino Alto Adige. Condivido la mia esperienza al centro termale perché possa esservi utile nel caso decideste di ritagliarvi una pausa dal tran-tran quotidiano.
Si tratta di una struttura inserita in un contesto mozzafiato, le Dolomiti, patrimonio dell’Unesco.
Il centro si sviluppa su tre piani ed all’esterno ha anche una grande piscina, due tinozze e due saune con vista spettacolare.

All’interno la chicca di queste terme è la vasca del temporale, in cui si abbandona alla pioggia purificatoria con tanto di lampi e tuoni che ricreano l’atmosfera, all’esterno è il panorama, impareggiabile.
Il resto è strutturato come gli altri centri QC: ci sono vasche idromassaggio, cascate, idrogetti, biosaune, bagni a vapore e non mancano il percorso kneipp, il pediluvio e le sale relax.

Relax e benessere immersi nella natura

Come le terme di Bormio e Pré Saint Didier la cornice montana dà quel qualcosa in più in termini di relax e infatti questi tre centri termali sono nel mio personale podio, con Bormio in leggero vantaggio.
terme pozza di fassa
Anche l’arredamento e il pranzo sono ispirati alla montagna e alle sue risorse quindi è ancora più suggestivo. In questo caso infatti, trovandosi in Val di Fassa, il buffet (a pagamento, 22 euro, non compreso nel prezzo dell’ingresso) prevede lo speck, i formaggi, la torta Sacher e altri prodotti locali.
La cosa carina ( e un po’ cara, riservata a chi acquista anche il pranzo) è mangiare in accappatoio con le vetrate del bistrot che offrono una vista spettacolare, ma ne vale la pena perché almeno a pranzo non ci si trova ad affrontare la coda e l’assedio che invece c’è all’ora dell’aperitivo.
Questo disagio all’aperitivo (buffet libero, compreso nel biglietto) è una costante di tutti i centri QC che non sanno gestire bene la quantità di persone e probabilmente sopravvalutano la capienza del posto, incuranti dell’affollamento che non fa godere a pieno l’esperienza.
Anche le sale relax sono perennemente piene e lasciano un po’ l’amaro in bocca.

Speriamo che risolvano questo problema che non si sposa con la filosofia per cui, in teoria, esistono.
A parte queste note negative le terme di Pozza di Fassa sono molto belle, immerse nel verde in primavera, estate ed autunno, nel bianco in inverno. Meritano sicuramente una giornata di permanenza in quanto regalano una bella sensazione di benessere.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.