logo

Tassa sulle bibite: gabella o tutela della salute?

tassa bibiteIl ministro della Salute Renato Balduzzi è convinto di prendere i classici due piccioni con una fava grazie alla proposta di tassazione delle bibite gassate e dei superalcolici. Si parla di tre centesimi in più su ogni lattina da 33 cl. per tre anni e di un aumento di 50 centesimi al litro per i superalcolici.
Il vantaggio sarebbe duplice: scoraggiare l’acquisto di bevande che non sono certo salutari e incassare denaro che servirebbe a finanziare il nuovo piano sanitario.
Quanto la bilancia penda verso il versante economico piuttosto che verso quello di tutela del regime di salute, è oggetto di polemiche. C’è chi sostiene che è ingiusto tassare sostanze che coinvolgono la sfera del gusto personale e che non hanno effetti distruttivi come il fumo di sigaretta. Altri invece affermano la giustezza della proposta. Noi stiamo con i primi, se non altro perché crediamo nella forza di volontà del singolo più che sulla coercizione o la disincentivazione dello Stato. In sostanza non c’è bisogno di una tassa, che a questo punto ha l’aspetto di una vera e propria multa, per bere coca cola o fanta con moderazione. Basta tenere a se stessi, al proprio benessere. Resta inoltre il dubbio che il Governo filosofeggi sull’ennesima gabella per addolcirla, proprio come una bibita zuccherata: ma non sempre ce la danno a bere.



Una replica a “Tassa sulle bibite: gabella o tutela della salute?”

  1. è giustissimo, perchè dovrebbero essere tassati tutti gli alimenti con conservanti e coloranti chimici , ormoni , che, causano malattie varie e multiple come il fumo di sigarette, quindi , anche loro devono rimpiguare/partecipare alle spese future sanitarie ma, secondo me, da super tassare in primis, tutte le medicine di sintesi empiriche, cioè non dimostrabili scientificamente che rappresentano i primi veleni diretti utilizzati ingeriti iniettati nell’organismo, anche se un primo passo è stato fatto, con l’indicazione/ricetta del principio attivo e non della marca medicinale, che elegantemente, ha falciato tanti foraggiamenti a medici vari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.