in Bellezza

Spugne di Konjac: i benefici di una pelle esfoliata

spugne di konjacCare amiche, oggi parliamo della spugna di Konjac e dei benefici sulla pelle provenienti dal suo utilizzo.
Con l’avvento dell’estate ho deciso di prendermi cura della pelle in modo più costante per ottenere un’abbronzatura top e per migliorare l’aspetto della cute, che nella bella stagione è sempre in mostra. Perciò mi sono mossa in anticipo ed ho cominciato già in primavera ad esfoliare la pelle con un nuovo metodo. Dopo vari esperimenti con diversi prodotti, ho finalmente trovato quello che fa per me.
Niente pozioni miracolose e costose, si tratta di una spugnetta molto porosa, che diventa morbida a contatto con l’acqua: la spugna di Konjac.
Usata mattina e sera regolarmente, dopo aver rimosso il trucco, dà degli ottimi risultati.

Vantaggi delle spugne di Konjac
Queste spugnette sono ideali nella detersione quotidiana anche perché sono naturali al 100%: non sono aggressive come molti articoli in commercio, che promettono pelli perfette ma poi non soddisfano le aspettative, anzi peggiorano la situazione, provocando irritazioni a causa di certi agenti chimici.
La pelle del viso e del resto del corpo viene delicatamente esfoliata: addio cellule morte. La sua azione stimola la circolazione del sangue, così le cellule rinascono, lasciando l’epidermide morbida e purificata a fondo. In questo modo si assicura un ricambio costante della pelle e a giovarne è l’incarnato in superficie che appare più luminoso e giovane e la pelle rinnovata in profondità. Ciò implica di conseguenza meno imperfezioni, per la gioia di noi donne!
Ulteriore beneficio apportato dall’uso di questa spugna è la capacità della pelle di assorbire le altre creme che utilizziamo. Come ho detto all’inizio dell’articolo, questo per esempio facilita un’abbronzatura migliore e duratura proprio perché la pelle è stata preparata in precedenza. Le creme solari penetrano più velocemente in una pelle sana, assicurando un colorito invidiabile e una protezione maggiore. Vale anche per altre lozioni che usiamo per diversi scopi.

Cos’é la spugna di Konjac
La pianta da cui viene ricavata la fibra delle spugne è l’asiatica “Amorphopallus Konjac”, conosciuta da tempo in Oriente per le proprietà purificatrici. Inoltre contiene acqua e minerali e grazie al suo ph neutro garantisce il benessere della pelle.
Insomma è un aiuto efficace dalla natura che equivale ad un trattamento di bellezza.

Come conservare la spugna di Konjac
Occorre risciacquare la spugna dopo che si usa per evitare che i microbi restino attaccati. E’ opportuno disinfettarla ogni tanto con dell’acqua bollente per espellere definitivamente i residui rimasti intrappolati. Osservando queste semplici accorgimenti si allunga la vita della spugna e quindi il suo utilizzo fino a 3 mesi. Dopo di che le fibre perdono le loro virtù esfolianti ed è il caso di cambiarla.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *