in Salute

Sbalzi d’umore in primavera: consigli e soluzioni

sbalzi umore primaveraFinalmente sta arrivando la primavera, ma oltre al clima più mite, questa stagione porta con sè il picco di ansia e sbalzi di umore: scoppi di pianto immotivati, irritabilità, insonnia sono alcuni dei chiari segnali che, per molti, accompagnano l’avvicendarsi della bella stagione.
Per milioni di persone tali disagi si manifestano tra febbraio e aprile, quando la variazione della lunghezza della giornata altera i ritmi circadiani e incrementa la produzione di cortisolo, l’ormone dello stress.
Il disturbo stagionale primaverile, legato alle rapide variazioni dei livelli di adrenalina e cortisolo in circolo, è spesso sotto stimato, ma, nelle prime giornate più calde, oltre all’irritabilità e all’ansia aumentano perfino la propensione al gioco d’azzardo e i comportamenti di dipendenza da cibo, da sesso, da shopping.
I disturbi stagionali colpiscono soprattutto i più giovani, gli ultracinquantenni e le donne.
Il ciclo ormonale femminile è un orologio delicato e sensibile, ragion per cui basta poco a sollecitarlo e “sfasarlo”. Anche la giovane età si accompagna a un’iper reattività nei confronti dei fisiologici alti e bassi. Diverso il discorso per gli over 50: qui è soprattutto la sensazione di spossatezza ad infastidire, venendo erroneamente associata a un calo delle energie dovuto all’età, il pensiero diventa subito catastrofico, ma si tratta spesso solo della primavera!

“Con il cambio di stagione si verificano importanti cambiamenti sia a livello ambientale che fisiologico. L’incremento della luminosità, le variazioni repentine della temperatura e della pressione atmosferica, i venti che soffiano mutevoli, parlano al nostro organismo. Il cervello reagisce con un rilascio di ormoni che servono proprio a farci adattare a queste condizioni mutevoli. Ciò può comportare ricadute notevoli sull’umore e sulla capacità di concentrazione mentale” osserva la Dott.ssa Maria Beatrice Toro, psicologa e psicoterapeuta.
“A causa dell’allungamento delle giornate il corpo ha bisogno di tanta energia in più: adrenalina e cortisolo vengono rilasciati in misura maggiore nel circolo sanguigno e, oltre che una certa eccitazione, portano tensione e nervosismo.
In questo periodo diventa importante sostenere l’umore e allentare la pressione dell’ansia con semplici comportamenti salutari: una maggiore assunzione di liquidi, più varietà e colori a tavola e indosso, tante passeggiate all’aria aperta, meglio se di primo mattino e con il cellulare spento. Gli effetti benefici ci accompagneranno per tutto il giorno”.

Per superare i disturbi stagionali dell’umore, così come in ogni momento in cui il tono dell’umore abbia bisogno di un sostegno, esistono integratori a base di acido folico e vitamina B9 che agisce sui neurotrasmettitori chiave per sostenere il buonumore e restituisce benessere già dopo due settimane.
L’Acido folico (vitamina B9) e la Vitamina B12 aiutano l’organismo a fisiologicamente livelli adeguati di serotonina, noradrenalina e dopamina.
SameFast UP è un integratore che rimette in moto i principali neurotrasmettitori legati al tono dell’umore in modo naturale: non è un farmaco, ma un nutraceutico, pertanto può essere assunto senza la preoccupazione di dipendenza o assuefazione o di interazione con altri integratori o farmaci.
“Non dimentichiamo, neppure, di prenderci cura della mente: io consiglio la meditazione mindfulness e, in questo periodo, la pratica della meditazione camminata, da fare scalzi, ascoltando tutte le sensazioni che provengono dalle piante dei piedi. Si può fare anche a casa e calma i pensieri negativi” conclude la Dott.ssa Toro.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *