in Benessere Psicofisico

Il rumore del traffico aumenta il rischio infarto

trafficoChi vive nelle metropoli sa che il traffico produce stress e nuoce ai polmoni a causa dello smog. Spesso però le ricerche si spingono ad indagare legami più sottili tra causa ed effetto: proprio da uno studio, svolto in Danimarca, è emersa una correlazione tra il rumore del traffico automobilistico ed il rischio di attacchi di cuore. Precedenti ricerche avevano già evidenziato la concatenazione dei due elementi ma quello che emerge ora è un dato statistico molto più preciso: per ogni aumento di rumore di 10 decibel, il rischio di infarto aumenta del 12%. Il campione in oggetto è stato molto vasto, oltre 50.000 individui over 64.
Il rumore causerebbe aumento di stress e conseguente rialzo dell’adrenalina a breve termine, mentre a medio termine potrebbe ripercuotersi su altri momenti di rilascio dello stress, come quello del riposo, che diventa così difficile: anche l’insonnia è un nemico della salute del cuore.
Insomma, se stare imbottigliati nel traffico è una necessità, per lavoro o altro, almeno cercate di tenere basso il volume dell’autoradio.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *