in Bellezza

Cosa fare per prevenire e curare la cellulite

cellulitePrima di considerare alcuni dei più comuni rimedi anticellulite, bisogna ricordare che cos’è la cellulite e come si può presentare nei suoi diversi stadi di sviluppo e/o gravità:  la cellulite è un’infiammazione del tessuto sottocutaneo, in particolare nelle zone delle cosce, dei glutei e delle braccia, dovuta a una cattiva microcircolazione e a un’eccessiva ritenzione idrica, con conseguente accumulo e ipertrofia delle cellule adipose.
Per quanto riguarda il possibile passaggio da “semplice” inestetismo della pelle a vera e propria patologia, si può dire che la cellulite può progredire attraverso tre stadi principali.
Nella prima fase, per effetto di una rallentata circolazione venosa e linfatica, si vengono a produrre piccole lesioni nei vasi capillari che a loro volta fanno sì che le tossine e i liquidi prodotti dall’organismo invece di essere smaltiti attraverso il flusso sanguigno tendano a travasare e ristagnare nei tessuti interessati. La pelle a questo punto perde tono ed elasticità e inizia ad apparire molle e costellata di edemi (gonfiori con possibile accumulo di liquidi negli spazi interstiziali).
Nella fase successiva le cellule adipose diventano ipertrofiche e non riescono più ad apportare energia, cioè a svolgere il loro normale compito metabolico. Nelle aree colpite dalla cellulite si formano dei noduli (fibrosi) e la pelle assume l’aspetto caratteristico di questa alterazione, cioè la classica “buccia d’arancia”.
Nella terza fase, infine, quella più avanza e grave, si possono determinare sclerosi e noduli di grandi dimensioni, che provocano bruciore e dolore al tatto.
Alla luce di tutto questo si può ben comprendere l’importanza della cura e, soprattutto, della prevenzione della cellulite, a partire dagli accorgimenti di carattere più generale fino a quelli più specifici e mirati.
Anzitutto bisognerebbe fare molta attenzione alla propria alimentazione, limitando drasticamente il consumo di cibi elaborati e ricchi di grassi, del sale e degli alcolici. Viceversa è consigliato bere molta acqua, succhi di frutta e frullati ad esempio di carote, e mangiare naturalmente molta verdura di stagione e frutta fresca, possibilmente non durante i pasti principali. Consigliato anche il pesce. Si andrà così a contrastare la ritenzione idrica, a stimolare la diuresi e l’espulsione di tossine e a rifornire l’organismo di una buona quantità di antiossidanti.
Anche l’attività fisica è fondamentale nella prevenzione della cellulite. Non importa tanto il tipo di esercizio o lo sport praticato, quanto uno stile di vita dinamico, che eviti il più possibile la sedentarietà. In quest’ottica sono consigliate anche semplici passeggiate o gite in bicicletta, mentre bisognerebbe evitare di stare troppo a lungo in piedi o seduti nella stessa posizione o di assumere posizioni scorrette (sconsigliati pertanto anche le scarpe strette e il tacco alto).
Tutto ciò aiuta non solo a bruciare i grassi ma anche a tonificare pelle e muscoli e a stimolare il sistema circolatorio e l’ossigenazione delle cellule. Per gli stessi motivi si dovrebbe bandire il fumo, fare attenzione alle soglie di stress e, ogni tanto, concedersi un bel massaggio per rilassare arti e muscoli e riattivare la microcircolazione locale.
Infine, si può ricorrere alle proprietà curative di alcune piante ed erbe medicinali. Per contrastare il problema di cui stiamo parlando, vi sono ad esempio in commercio rimedi naturali anticellulite a base di pilosella, per contrastare la ritenzione idrica; o come il tè verde e l’alga kelp, utili per la loro azione lipolitica (cioè in grado di sciogliere i grassi); prodotti a base di betulla e tarassaco, per la loro azione drenante; oppure ricavati dalla vite e da piante ottime per prevenire la cellulite, come la centella, note per la loro azione stimolante sulla microcircolazione.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *