logo

Il preservativo responsabile: la dichiarazione del Papa

papa benedetto XVIL’apertura al preservativo di Papa Benedetto XVI, definito spesso come conservatore a oltranza, ha sorpreso la stampa. Molti giornalisti ed opinionisti lo hanno interpretato come un segno di grande apertura alla modernità e come una presa d’atto che i problemi della salute hanno priorità sugli aspetti morali. Sono bastate dunque poche frasi per scatenare una ridda di commenti in tutto il mondo. Vediamo l’inciso tratto dal libro “Luce del mondo”, scaturito da un colloquio con il giornalista e tedesco Peter Seewald.

“Vi possono essere singoli casi giustificati, ad esempio quando una prostituta utilizza un profilattico, e questo può essere il primo passo verso una moralizzazione, un primo atto di responsabilità per sviluppare di nuovo la consapevolezza del fatto che non tutto è permesso e che non si può far tutto ciò che si vuole. Tuttavia, questo non è il modo vero e proprio per vincere l’infezione dell’Hiv”.

Il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, ha specificato che non si tratta di una rivoluzione ma di una specifica secondo la quale il Papa considera una situazione eccezionale in cui l’esercizio della sessualità rappresenti un vero rischio per la vita dell’altro. Dall’altra parte, i medici che combattono l’Aids e le organizzazioni come l’Unaids plaudono la dichiarazione del Pontefice a riguardo del “preservativo responsabile”, che può spalancare interessanti prospettive in ottica di prevenzione del virus.



Una replica a “Il preservativo responsabile: la dichiarazione del Papa”

  1. […] fa ma le cui conseguenze non cessano di influenzare la vita di milioni di persone. Dopo l’apertura del Papa al preservativo, i medici specializzati non smettono di battere il tasto della prevenzione: sembra infatti che […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.