in Salute

Polmoni in provetta: il trapianto è efficace

polmoneFino a qualche decennio fa la notizia avrebbe avuto un carattere fantascientifico: il primo polmone coltivato in provetta è stato oggetto di un trapianto su un piccolo ratto da laboratorio e sembra essere efficace. L’esperimento è targato Dipartimento di Bioingegneria dell’Università di Yale e rappresenta un importante avvicinamento al trapianto di polmoni costruiti in laboratorio sull’uomo. Certo, la strada per arrivare a testare il procedimento sugli esseri umani è ancora lunga, ma i progressi della medicina rigenerativa  accelerano di giorno in giorno.

Ecco in breve come si è svolto il procedimento di coltivazione del polmone. Si è proceduto a prelevare dai polmoni di un topo adulto la struttura cellulare di base, fondamentale per fare nascere nuove cellule polmonari. Il processo di crescita è stato poi implementato all’interno di un bireattore che riprendeva alla perfezione le condizioni di sviluppo fetale dei polmoni. Il tempo di funzionamento dopo il reimpianto è durato tra i quarantacinque minuti e le due ore.
In un ipotetico futuro la ricerca della medicina rigenerativa potrebbe quindi permettere di velocizzare il processo di trapianto e soprattutto di evitare rigetti e infezioni che derivano dalle incompatibilità comportate dal trapiantare i polmoni da un individuo all’altro.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *