in Salute

Montascale, come scegliere il più adatto

MontascaleCercare di valutare il giusto costo di un montascale non è semplice; bisogna prendere in considerazione diversi fattori, primo fra tutti le effettive esigenze funzionali del destinatario finale. L’ampia varietà di impianti per il sollevamento di persone nasce proprio per soddisfare concretamente le reali necessità delle persone con difficoltà motorie, offrendo una scelta ampia sia per quanto riguarda le opzioni a disposizione sia per i prezzi. Il primo passo diventa quindi il confronto tra le differenti soluzioni in commercio andando direttamente a consultare le proposte delle principali aziende del settore; per farti un’idea ti consigliamo di consultare la sezione nel catalogo dei prezzi montascale Ceteco, indubbiamente uno dei più completi e vari.
In tutti i casi si deve sempre cercare un equilibrio fondamentale tra qualità e prezzo che ti possa garantire un impianto soddisfacente e durevole nel tempo.
In generale, per ricercare il costo adatto al modello giusto di montascale che soddisfi tutte le esigenze di mobilità e il tuo gusto di arredamento, è necessario mettere in conto la variabilità di questi fattori che incidono sul costo finale:
· Adattabilità
Il montascale deve essere funzionale e non deve modificare le abitudini quotidiane della persona che lo utilizzerà e neanche le abitudini degli altri abitanti della casa.
· Facilità di utilizzo
La struttura deve essere sicura in tutte le fasi dell’utilizzo, tranquillizzando sia la persona con la disabilità motoria sia le persone che vivono con lei.
· Spazio di ingombro ridotto al minimo
L’impianto deve essere il meno possibile invasivo, per consentire il passaggio indisturbato nella rampa della scala da parte degli altri abitanti della casa. Per esempio, nel montascale a poltroncina la sedia ha la funzione di ripiegarsi su sé stessa, lasciando libera la scala. Questo rappresenta un fattore di sicurezza, da tenere in maggiore considerazione quando in casa si ha la presenza di bambini.
· Estetica
Il montascale si deve adattare perfettamente all’ambiente del vano della scala, in modo da non costituire un elemento d’arredo discordante con il resto della mobilia. Inoltre l’impianto non ha necessità di nessuna modifica, né muraria né all’impianto elettrico.

Come abbattere i costi dei montascale?
La normativa in vigore prevede infatti l’applicazione dell’IVA al 4% sul costo finale del montascale, applicata a persone disabili o anziani che hanno necessità di potersi muovere in autonomia.
In sede di dichiarazione dei redditi è possibile usufruire, inoltre, di una detrazione che si applica al contribuente che sostiene le spese di costo del montascale. Per non poter perdere l’agevolazione è necessario:
-Pagare tramite bonifico bancario e postale indicando la causale del versamento specificando i dati dell’azienda ricevente e del soggetto che eroga il pagamento.
-Conservare tutte le fatture e le ricevute dei bonifici effettuati, per poterli esibire nella dichiarazione dei redditi.

Contributo per l’abbattimento delle barriere architettoniche
L’installazione del montascale rientra nei lavori sull’abbattimento delle barriere architettoniche; è regolato dalla legge n.13/1989. Ogni anno il comune di competenza mette a disposizione un fondo da elargire a chi fa richiesta del contributo.
La domanda con tutta la documentazione necessaria va presentata entro il 1° marzo di ogni anno, direttamente al Sindaco del comune di competenza dell’immobile in cui si prevede di installare il montascale. Il Comune, accolte e vagliate tutte le domande, stila una graduatoria dei richiedenti ammessi e, in base a questa, conferisce il contributo fino ad esaurimento del fondo messo a disposizione.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *