in Benessere Psicofisico

Donne comuni modelle alla Residenza Sanitaria Villa San Benedetto Menni

donne comuni modelleDalla cura della mente a quella del corpo, per completare quel percorso d’amore verso se stessi che ridia dignità alle persone. Donne comuni, per un giorno modelle, ma per sempre uniche e irripetibili. L’esperimento è stato attuato da Villa San Benedetto Menni di Albese con Cassano, storico centro di cura, che, da oggi, vanta come ospiti delle vere e proprie modelle: “le nostre signore della Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) – spiegano dal Direttivo – hanno vissuto questa esperienza con gli studenti del CIAS di Como, un istituto di formazione per estetisti e parrucchieri”.Tutto era partito da Angela, l’animatrice del Centro di cura, venuta a conoscenza di questa scuola che aveva bisogno di persone che fossero disposte a sottoporsi a sedute di bellezza affinché gli studenti potessero imparare. “Subito è nata in Angela l’idea che le nostre signore avrebbero dato volentieri la propria disponibilità – raccontano da Villa San Benedetto -, e quindi abbiamo firmato la convenzione con il CIAS. Le prime signore hanno preso una giornata di libertà e si sono recate in questo salone di bellezza in compagnia di una volontaria e di Angela”.
Ancora oggi, come ogni ogni mese, i ragazzi del CIAS attendono quattro signore che facciano loro da modelle. Chi ha provato l’esperienza, ora, ne parla entusiasta; chi invece è ancora in attesa del proprio turno ha il cuore palpitante. Un esempio ne è la testimonianza della signora Fulvia, che racconta: “Io non ho ancora visto questo magnifico centro estetico di cui tutti parlano. Quando la Sig.ra Angela me lo ha proposto io ho aderito tutta felice ma purtroppo, per ben tre volte, sono andata in ipoglicemia e sono dovuta rimanere qui. Mi sono sentita molto triste e anche umiliata. Non vedo l’ora di andare: mi hanno detto che è cosi bello! Mi farei fare la messa in piega così poi finalmente potrei ringraziare Angela per questa bella iniziativa perché si è data molto da fare!”.

Il trattamento riservato, secondo i racconti, è quello di un vero e proprio centro di bellezza, in grado di far sentire ogni donna protagonista, ma soprattutto unica: “C’erano tante ragazze giovani e gentili che imparano il mestiere. Mi hanno fatto la manicure: mi hanno fatto scegliere lo smalto e io ho scelto il rosso, come sempre – racconta Vittoria, ospite di Villa San Benedetto -. Hanno fatto un bel lavoro, ma io sono molto contenta anche quando la manicure me la fanno Angela e Alessandra. Ero in compagnia di Noemi, Antonina, Angela e Carmela, la volontaria che ci ha accompagnate. E’ stata una giornata diversa dalle altre, mi è piaciuta. Ci tornerei volentieri”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *