in Bellezza

Medicina Estetica: botox l’intervento più richiesto, seguito da peeling e labbra

medicina esteticaI trattamenti estetici più richiesti da uomini e donne

E’ la tossina botulinica l’intervento più richiesto dalle donne, con il 74% delle richieste tra coloro che si rivolgono presso i centri specializzati. Stessa richiesta anche per gli uomini, ma per loro la percentuale sale all’85%, con un aumento del 19% rispetto al 2016. Le più giovani invece richiedono soprattutto interventi alle labbra, fin da giovanissime dai 16 anni di età. In aumento anche le prestazioni per il peeling per la correzione dell’acne: il paziente, secondo una statistica, in questo caso, ha in media appena 14 anni.

Il congresso ICAMP 2017

E’ partito venerdì 24 sino a sabato 25 novembre il Congresso Internazionale ICAMP 2017 presso il NH Hotel di Assago (MI), ed ha ospitato Circa 500 gli specialisti attesi, provenienti anche dall’estero.
Quest’anno la novità dell’appuntamento è rappresentata , dall’accordo speciale con l’Università di Camerino, che ha collaborato alla preparazione del programma della due giorni di lavori. Il programma è stato diviso in 8 aree per altrettante masterclass a seconda dell’area interessata del volto. A coordinare i lavori e le presentazioni il Prof. Francesco Amenta, Presidente del Congresso, il Prof. Michele Carruba, Presidente Onorario, la dott.ssa Maria Albini, coordinatrice dell’appuntamento.

Il trattamento del volto tramite iniezione di insulina

Una nuova frontiera per la bellezza: l’insulina è la chiave che permette di aprire la cellula, favorendo quindi la penetrazione dei principi attivi che si vogliono utilizzare. “In medicina estetica questo comporta ad un ringiovanimento del volto, perché potenzia tutti i trattamenti rigenerativi che abbiamo finora utilizzato – prosegue Maria Albini – dai filler alle classiche iniezioni. L’insulina deve essere a basso dosaggio, e quindi non ha alcun effetto a livello sistemico”.

“In fatto di tossina botulinica i vantaggi evidenti sono l’attenuazione delle rughe del terzo superiore del volto, un aspetto più rilassato, un occhio più aperto. – conclude la dott.ssa Albini – Ma ci sono anche dei minimi rischi come ad esempio, casi sporadici di blefaroptosi, il cosiddetto calo della palpebra, e di mal di testa, comunque risolvibile in pochi giorni. Per questo è fondamentale rivolgersi a personale esperto”.

I trattamenti nell’uomo

In aumento anche la richiesta di filler per l’uomo, con un 13% in più rispetto al 2016. In questo caso la richiesta verte all’aumento di volume dell’arcata zigomatica. Importanti anche i numeri dell’epilazione, seppur in leggero calo rispetto all’anno scorso, soprattutto per spalle, schiena, addominali e mani. E quando si parla di liposuzione, invece, la prima preoccupazione è l’adiposità addominale, le cosiddette “maniglie dell’amore”, che affliggono due pazienti su tre.

I trattamenti nelle donne

Dopo la tossina botulinica, il trattamento più richiesto dalle donne, è quello volumizzante e correttivo. Il filler indicato, la cui richiesta è aumentata del 15% rispetto allo scorso anno, è sempre più richiesto da pazienti under 30. In aumento gli interventi di medicina estetica quali filler dermici per labbra, zigomi, zona perioculare e angolo mandibolare. Molto richiesta anche la bioristrutturazione del viso, che corregge gli inestetismi dell’età.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *