in Sessualità

Malattie sessuali: giovani negano i rapporti sessuali

malattie sessualiClamidia, tricomoniasi, gonorrea: nomi di malattie sessuali che solo a pronunciarli mettono terrore. Spesso i giovani intorno ai vent’anni ne cadono vittime, o per scarsa informazione o per imprudenza.
Naturalmente la prima domanda che viene posta dai dottori ai soggetti che manifestano i sintomi di queste malattie, è quella circa i rapporti sessuali avuti di recente.
Secondo uno studio pubblicato su una rivista americana e basato su un campione di 14.000 giovani, il 10% nega di avere avuto rapporti sessuali nel corso dell’ultimo anno ed alcuni si dichiarano in astinenza assoluta. Nel test i medici hanno escluso domande su sesso orale ed anale, limitandosi a porre domande sulla penetrazione pene-vagina.
La conclusione è che, per le malattie sessuali dei più giovani, non ci si può limitare ad ascoltare la testimonianza dei ragazzi ma bisogna procedere a screening di laboratorio più approfonditi. Ovviamente si tratta di una opinione destinata a fare discutere: forse basterebbe un’educazione sessuale più metodica, che aiuti a vincere il pudore di certe “rivelazioni” fatte al medico curante.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *