in Salute

L’innamoramento ha gli stessi effetti di una droga

innamoramento“L’amore è come una droga”, chissà quante volte abbiamo sentito questo modo di dire, eppure ora la frase assume un’aurea di verità scientifica. Un recente studio dell’Università di Syracuse ha infatti scoperto che l’amore induce una reazione nel cervello molto simile a quello causato da farmaci con effetti euforici. Lo studio si è concentrato su soggetti innamorati da meno di nove mesi, tradizionale apice dell’arco d’amore.
La fase dell’innamoramento – spesso descritta come una semplice emozione – è in realtà un processo molto complesso che coinvolge ben dodici parti diverse del cervello, stimolandole quasi quanto una dose di cocaina. Questo coinvolgimento di distinte reti cerebrali, comprese quelle relegate alle funzioni cognitive superiori, come la cognizione sociale e all’auto-rappresentazione, comporta una potenziale capacità di intervento nei casi di depressione per amori non corrisposti, che a volte portano fino al suicidio.
In sostanza trovando la radice “organica” del sentimento, si cerca di influire sulle sue devianze. Poco romanticismo insomma, e tanta cura mentale. Parafrasando liberamente un verso famoso “Ditemi voi se questo è amore”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *