in Psicologia

L’autostima: imparare ad accettarsi

autostimaLa turbolenza dei nostri tempi, il crollo del consenso culturale, rapidi cambiamenti che ormai fanno parte della nostra stabilità, richiedono un io forte e un chiaro senso della propria identità. La stabilità che non riusciamo a trovare nel mondo, dobbiamo crearla dentro di noi. Affrontare la vita con bassa autostima significa trovarsi in gravi difficoltà.
Un basso livello di autostima automaticamente si ripercuoterà su ogni aspetto della nostra esistenza, nella scelta del partner, sul nostro modo di operare sul lavoro, come interagiamo con il coniuge, i figli, e soprattutto quale livello di felicità riusciamo a raggiungere.
Spesso capita di confondere una forte autostima con la spacconeria, l’arroganza, la vanità. In realtà spesso queste caratteristiche celano qualcosa di più nascosto, rappresentano forme di insicurezza.
Se provassimo ad osservare chi ha una forte stima di se, notiamo come queste persone non cercano di sentirsi o essere superiori agli altri, ma in realtà loro sono felici per come sono.
Risulta perciò sbagliato prendere una persona sicura di se e dire: è facile essere cosi. Bisogna avere il coraggio di affermare se stessi nelle occasioni in cui non è facile.

Articolo a cura del Dott. Amleto Petrarca, Psicologo, Via Bassi 6 Bologna, cell.3881109978.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *