in Sport e Fitness

Lance Armstrong e doping: a rischio sette Tour de France

lance armstrongLance Armstrong è uno dei simboli della lotta contro il tumore: dato per quasi spacciato a 25 anni, sopravvissuto dopo un’operazione ai testicoli, ha cominciato a pedalare con la sua bici e ha dominato il ciclismo mondiale per quasi un ventennio, mettendo in bacheca ben sette Tour de France. Ora L’Usada, l’agenzia antidoping americana, pretende la revoca di quei titoli. “Sin dall’inizio – dichiara Armstrong – questa indagine non aveva lo scopo di arrivare alla verità o di far pulizia nel ciclismo, ma quello di punirmi a ogni costo. Mi sono ritirato, eppure l’Usada muove delle accuse relative a un periodo di 17 anni nonostante possa limitarsi a otto anni”.
In effetti durante i controlli dei vari Tour de France Armstrong non è mai risultato positivo. Sarebbe quindi un vero mago del nascondimento del doping. Le ombre sulle sue prestazioni ci sono sempre state, alcuni attribuivano la sua resistenza all’assunzione di farmaci che coadiuvavano la lotta contro il tumore. E proprio chi lotta contro il cancro ha in Lance Armstrong un modello e uno sprone.
Figura controversa insomma, angelo da una parte e diavolo dall’altra. In cuor suo, solo lui sa la verità: “Io so chi ha vinto quei sette Tour de France, lo sanno i miei compagni e i miei avversari. Abbiamo corso tutti assieme, per tre settimane sulle stesse strade, sulle stesse montagne, contro le stesse avverse condizioni atmosferiche. Non c’erano scorciatoie o trattamenti speciali, era la prova più dura al mondo dove vince il più forte. E nessuno potrà mai cambiare questo”. Si ha voglia di credergli, il mondo ha bisogno di immagini positive, che diano la forza di continuare a sperare. I soloni dei tribunali, portatori di verità accanite, facciano il loro corso: due soli appunti, potevano svegliarsi prima e portino prove certe, non sospetti degni di gossip di periferia.

One Comment

  1. weisz roberto 27 agosto 2012

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *