in Benessere Psicofisico

Istruttori ed addestratori cinofili: le differenze

addestratore caniNell’ambito delle professioni relative alla cinofilia è utile distinguere tra istruttori ed addestratori. La differenza spesso non è immediatamente percepibile a chi si avvicina da neofita a questo settore.
L’istruttore ha peculiarità molto indirizzate, pertanto ha prevalentemente lo scopo di insegnare al cane a compiere determinate azioni: dalla semplice competizione di corsa ed agilità fino a mansioni più complesse (ad esempio, l’individuazione di stupefacenti attraverso il fiuto o il salvataggio di persone in difficoltà in caso di valanghe o in acqua). Lo sbocco professionale di un istruttore può anche sfociare in impieghi nell’esercito o nella protezione civile. È una specializzazione avanzata, insomma, che rappresenta un’evoluzione più particolare del settore.
L’addestratore cinofilo ha invece un compito più educativo nei confronti del cane ed anche del padrone: cioé insegnare al proprietario a gestire il comportamento e l’atteggiamento del proprio animale domestico. È un lavoro che affronta il piano psicologico, giocato sul delicato rapporto uomo-animale. Sostenere che il fine dell’addestratore è il benessere psicofisico del cane e del proprio padrone non è cosa lontana dalla verità. L’addestratore insomma, risolve i problemi del rapporto cane-padrone, restando in un ambito lavorativo privato. I corsi per addestratore più noti sono promossi dall’Ente Nazionale Cinofilia e della Federazione Cinofila Italiana, e si svolgono solitamente nel fine settimana. Una modalità innovativa di sicuro interesse è quella proposta dal Centro Europeo di Formazione, che applica invece la metodologia della formazione a distanza, attraverso supporti didattici cartacei e multimediali e un’eventuale accompagnamento dell’allievo alla ricerca di possibilità di mettere in pratica a fine corso ciò che è stato appreso.
In ogni caso, per quanto riguarda le professioni legate all’educazione cinofila, si aprono strade diverse di imprenditorialità personale: dalla libera professione all’assistenza di studio, dall’inserimento in strutture più organizzate che comprendano anche servizi accessori di altro tipo, come la toelettatura o la pensione per animali all’apertura di un Pet Shop.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *