in Salute

Irritazioni ed arrossamenti da pannolino

irritazione pannolinoUna delle cose che più ci fanno impazzire dei nostri piccoli è la loro pelle morbidissima. Purtroppo, questa è molto sottile e, non possedendo una sufficiente barriera contro agenti esterni, è una delle parti più delicate e che necessitano maggiore attenzione. Le irritazioni da pannolino sono tra le più frequenti poiché è soprattutto la pelle del sederino dei nostri bambini ad essere colpita maggiormente, data la particolare delicatezza che la contraddistingue.
Diversi sono i fattori che intervengono in questi arrossamenti: l’elevata umidità del pannolino, il contatto con feci ed urina, lo sfregamento del pannolino sulla pelle delicata del sederino sono tra i più importanti, assieme ad altri comportamenti igienici non adeguati che possono portare alla genesi di questi fastidiosi nemici dei nostri bambini.
Il fastidio dei bambini colpiti dalle irritazioni da pannolino diventa evidente anche agli occhi meno esperti, poiché comporta un’influenza negativa anche sull’umore dei nostri piccoli: un bimbo con il sederino arrossato infatti è più irritabile e tende a piangere più frequentemente, colpito da fastidio e dolore. Il consiglio è quindi quello di cambiare il pannolino ogni 4 ore, curandosi di lavare e asciugare delicatamente il sedere del bambino, in modo che risulti pulito e ben asciutto. Inoltre, per proteggere ulteriormente la pelle dei nostri bimbi, è importante utilizzare una pasta lenitiva protettiva adeguata e, nel caso si noti qualche arrossamento, lasciare direttamente il bambino senza pannolino in modo che la pelle possa respirare.
La pelle dei nostri bambini è molto più delicata di quella degli adulti, e necessita quindi di un’attenzione supplementare, non avendo ancora totalmente sviluppato i meccanismi di protezione da quelli agenti esterni che provocano le irritazioni da pannolino: per vedere crescere tranquillamente il nostro bambino forte e sano, quindi, basterà usare mutandine apposite e soprattutto seguire scrupolosamente queste semplici norme igieniche.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *