in Salute

Girasoli: ecco perché seguono il sole

girasoli perché seguono il soleE come un girasole giro intorno a te, che sei il mio sole anche di notte”: così canta Giorgia in una nota canzone. Ma cos’è che fa muovere questo fiore vivace?
I ricercatori dell’Università della California di Davis, guidati da Stacey Harmer, hanno scoperto che dietro al movimento del girasole c’è il ritmo circadiano, ossia un orologio biologico interno che si sincronizza con il ciclo del giorno e della notte.
Nel girasole agiscono due processi di crescita: la luce che riceve determina la crescita della pianta e
la direzione della luce influenza l’orologio circadiano, cosicché lo stelo cresce da una parte più che dall’altra, procurando la rotazione tipica del fiore.

Così i fiori innamorati del sole girano gli steli dal lato esposto al sole, voltandosi da est a ovest.
Ma c’è di più: il ritmo circadiano dei girasoli funziona solo quando i girasoli sono giovani, guidandone la crescita. Quando raggiungono la maturità non seguono più il sole da est ad ovest, ma guardano solo ad est, cosicché si riscaldano più in fretta, godendo della forte luce mattutina ed attirarano maggiormente gli insetti impollinatori, inebriati dal caldo profumo dei fiori caldi.
Approfittiamo di quest’affascinante scoperta per ribadire quanto siano delicati i meccanismi che regolano la Natura e quanto gli uomini debbano prenderne atto, rispettarli e proteggere l’ambiente che li circonda.
Ci piace ricordare che la Natura è fondamentale per l’uomo anche in termini di salute. Quando la ricerca fa queste scoperte ci aiuta a conoscere meglio il tesoro prezioso che troppo spesso dimentichiamo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *