in Dieta e Alimentazione

Giornata Mondiale per l’Igiene delle Mani: consigli per i celiaci

igiene mani Il 5 maggio è la Giornata Mondiale per l’Igiene delle Mani.
Prima della teoria dei germi, sviluppata nella seconda metà dell’ Ottocento, non c’era grande attenzione per l’igiene della mani: a nessuno sarebbe venuto in mente di dire “lavati le mani prima di andare a tavola” o “non toccarti con le mani sporche”. Oggi per fortuna siamo ben consapevoli dell’importanza della pulizia, tanto che è stata istituita una giornata mondiale e sul sito del Ministero della Salute esistono pagine dedicate.
Ma ci rendiamo sempre conto del potere contaminante delle nostre mani? Esiste un caso in cui una mancanza apparentemente banale può rivelarsi pericolosa: quando, cioè, si cucina senza glutine.E’ molto importante che chi cucina senza glutine non contamini i piatti con tracce di prodotti che invece lo contengono. Sono orme invisibili, che possono essere evitate con considerazione e precauzioni adeguate.

Ecco quindi alcune indicazioni a cura di Dr. Schär, azienda leader del senza glutine in Europa. Queste semplici attenzioni aiutano i celiaci, e non solo, ad evitare la contaminazione in cucina:
– Mani (naturalmente) – quando si prepara un piatto senza glutine, le mani devono essere assolutamente pulite.
– Distanze – tenere a distanza gli alimenti con e senza glutine, per evitare rischi di contaminazione
– Utensili – meglio non usare quelli in legno, che essendo un materiale poroso trattiene più facilmente tracce di glutine
– Forno isolare gli alimenti dalle superfici con della carta da forno oppure con le apposite teglie
– Stoviglie – il glutine è una sostanza che viene definita appiccicosa e difficile da togliere dalle stoviglie, ma è sufficiente lavare piatti, bicchieri e posate con un normale detersivo o un ciclo di lavastoviglie.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *