in Dieta e Alimentazione

Fibre: benefici e alimenti che le contengono

fibre benefici e alimenti

Oggi parliamo del ruolo delle fibre nell’alimentazione. Sicuramente ne avete già sentito parlare, ma è bene approfondire per sapere tutti i benefici che una dieta ricca di fibre offre.

I vantaggi di una dieta ricca di fibre
Andiamo per ordine: la fibra alimentare non può essere digerita nell’intestino tenue e transita integra nell’intestino crasso. Non essendo assorbita, aiuta il naturale detox dell’organismo e quindi il benessere generale.
Nell’intestino crasso le fibre sono parzialmente o completamente fermentate dai batteri intestinali, formando diversi prodotti, gas e acidi grassi a catena breve, un’importante sorgente energetica per le cellule del colon e potrebbero prevenire tumori intestinali.
Bevendo molta acqua si incrementa l’azione anti-costipazione. Inoltre si riduce il rischio di malattie come la diverticolosi o le emorroidi.
La funzione intestinale è la più nota, ma non è l’unica derivante dall’introduzione delle fibre nella propria dieta, infatti esse agiscono anche a livello ematico, riducendo il picco glicemico dopo pranzo e la conseguente risposta dell’insulina. Ciò è ottimo per chi soffre di diabete per controllare meglio il livello di glucosio nel sangue.
Le fibre contribuiscono anche al miglioramento dei livelli di lipidi nel sangue: contrastano il colesterolo cattivo e nel contempo prevengono l’insorgenza di coronaropatie cardiache.

Le fonti di fibre
Le fibre si trovano

  • nella frutta: pere, fragole, more, lamponi, uva passa, aranci, castagne
  • nella verdura: cavoletti di Bruxelles, aglio, mais, piselli, carciofi, cipolle, , fagioli verdi, broccoli
  • nei legumi: lenticchie, fagioli, ceci
  • nelle granaglie: crusca di avena o di altri cereali, pani integrali e semintegrali

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *