in Benessere Psicofisico

Disabili al mare: iniziative in Liguria e Sardegna

disabile mareNon siamo al livello dell’Inghilterra, dove con i soldi del sostegno pubblico propongono viaggi ad Amsterdam a scopo sessuale per disabili, però anche sulle spiagge d’Italia si sono fatti alcuni significativi passi in avanto allo scopo di migliorare le vacanze dei giovani con problemi psichici o di deambulazione. Facciamo dunque una rapida carrellata delle iniziative più originali che hanno contraddistinto questa estate.

A Scaletto delle Fornaci, una delle spiagge più note della provincia di Savona, è stata preparata una carrozzella galleggiante: alcuni volontari si occupano di spingere in acqua il bagnante disabile che finalmente può godersi il refrigerio dell’acqua del mare. La cooperativa Laltromare, che attraverso i suoi volontari si occupa dell’iniziativa, sta cercando sponsor privati: speriamo ne trovino abbastanza in fretta.

Sempre in zona Liguria, a Monterosso, perla delle Cinque Terre, è stato rimesso a nuovo il percorso per subacquei disabili, che permette di osservare anche esemplari acquatici di una certa dimensione, come le cernie e le murene.

In Sardegna le spiagge di Sassari hanno migliorato le attrezzature che facilitano l’accessibilità ad infermi ed invalidi: Platamona, l’Argentiera, Porto Palmas e Porto Ferro sono state fornite di passerelle in legno e piazzole laterali che confortano la permanenza dei disabili. Le spiagge sono dotate anche di sedie speciali che aiutano l’immersione.

Tante belle iniziative per limare i problemi che affrontano i disabili in ogni giorno della loro vita: se qualcuno vuole segnalarne altre, lo faccia pure nei commenti. Intanto un applauso e un ringraziamento a chi ogni giorno si sporca le mani per aiutare i disabili a superare le loro piccole e grandi difficoltà inerenti il benessere psicofisico.

Articolo a cura di Tecnosan – Montascale per disabili e anziani

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *