logo

Dieta tisanoreica? No, grazie

dieta tisanoreicaStudiando le ultime novità sulle diete, ho osservato che ultimamente va di moda e fanno moltissima pubblicità sulla cosiddetta dieta tisanoreica. In cosa consiste? Sono dei preparati, venduti in bustine, di un mix di proteine e micromolecole varie, a cui si devono aggiungere alimenti “normali” che si trovano in qualsiasi supermercato, con il risultato di bere delle proprie e vere tisane al gusto di cappuccino, o yogurt, addirittura di omelette, ecc … al posto di mangiare normali piatti cucinati.

Ovviamente, se si effettua un’analisi chimica dei principi nutritivi introdotti con questo tipo di alimentazione, si osserva che è un concentrato di proteine e vitamine, che aiuta a sgonfiare molto, poiché gli amminoacidi (componenti delle proteine), per metabolizzarli, eliminano l’acqua del corpo. Per questo può ingannare questa dieta, un po’ come la famosa dieta Dukan, altro stile alimentare incentrato sul consumo di proteine.

A mio parere, da esperta di nutrizione umana, trovo vergognoso che erboristerie e farmacie vendano prodotti per seguire questa dieta tisanoreica perché è negativa sotto molti aspetti.
Prima di tutto è diseducativa, in quanto non si mangia più, ma si bevono “papponi”. Vi ricordo che la parola “dieta” significa “stile alimentare”, e in un paese come il nostro, è un vero peccato rinunciare alla cucina, con tutti i suoi piatti tipici, per cadere in queste trappole commerciali. Anche per l’uomo stesso, animale sociale, il pranzo o cena, è un momento conviviale, di socializzazione, e se si segue questa dieta tisanoreica, si finisce con il crollare psicologicamente, poiché è vergognoso mangiare un pappone piuttosto che una bella bistecca e insalata. La famosa educazione alimentare si cancellerebbe con questa dieta, anche perché rapporto carboidrati e proteine è allarmante! Stimola il danneggiamento del fegato e dei reni.

Seconda cosa, il costo. Queste bustine sono molto care, e spesso bisogna abbinarle ad altri alimenti. Con la crisi economica che sta interessando tutti, perché sprecare i soldi in questo modo, quando basta seguire una dieta ipocalorica suggerita dal medico o comunque stando più attenti a tavola?

Terza ed ultima osservazione, spesso queste bustine, per dare il sapore degli alimenti normali, sono pieni di additivi chimici che possono portare a intolleranze alimentari o addirittura allergie.

Mi chiedo allora di nuovo come fanno erboristerie, farmacie e altro a vendere queste cose se poi pubblicizzano anche prodotti biologici. È un vero controsenso. Non sono l’unica che pensa che la tisanoreica sia una dieta da evitare: anche l’associazione “Altroconsumo” ha espresso un giudizio negativo. Quindi, italiani, siamo in un paese con la cucina più buona del mondo, non rinunciamo al piacere del cibo, e del mangiare in compagnia, basta stare solo un poco più attenti a cosa si mangia … e se avete qualche dubbio, beh noi dietisti siamo pronti ad ascoltarvi!



3 risposte a “Dieta tisanoreica? No, grazie”

  1. Salve Emilia, grazie per lo spazio – ancorché critico – che ha voluto dedicare al nostro protocollo Dietetico. Essendo direttamente coinvolti, desideriamo partecipare con un nostro contributo per chiarire alcune inesattezze contenute nella Sua recensione.

    Il nostro è un protocollo intensivo di dimagrimento che prevede sia l’utilizzo di prodotti Tisanoreica e di estratti della Decottopia – una tradizione erboristica depurativa vecchia di 5 secoli, sia di alimenti classici dell’agroalimentare italiano di qualità, perché Tisanoreica non è sostitutiva degli alimenti tipici della dieta mediterranea bensì integrativa ad essi. Possiamo garantire che nessuno è mai “crollato psicologicamente” applicando i nostri consigli dietetici, è un affermazione totalmente di fantasia; la tipologia di prodotti Tisanoreica è infatti molto varia (zuppe, omelette, crackers, cereali per la colazione, biscotti, yogurt, addirittura dolci!) e permette di non provare alcun tipo di senso di “privazione”, specie se sommata agli alimenti quotidiani consigliati.

    Quando nel suo articolo definisce la dieta Tisanoreica “diseducativa” commette un errore, perché uno dei nostri più importanti messaggi divulgativi è ricordare alle persone l’importanza di seguire un’alimentazione equilibrata, genuina e di qualità, educarsi alla scelta degli alimenti in base alle proprietà nutritive (come spiegato chiaramente nei libri pubblicati da Gianluca Mech per Mondadori ed altre case editrici), evitando di tornare alle cattive abitudini alimentari che avevano portato l’individuo ad essere sovrappeso.
    Non basta perdere peso intensivamente con un protocollo come Tisanoreica, è poi necessario impegnarsi con un mantenimento adeguato (anche – ma non esclusivamente – con i prodotti “Tisanoreica Vita”) per non riacquistare i chili persi.

    La nostra azienda ha sempre investito molto in ricerca e sviluppo, proprio per questa ragione è nato il CENTRO STUDI TISANOREICA, istituto che fornisce un servizio scientifico di supporto e consulenza di carattere nutrizionale, costituito da un pool di medici, dietologi, erboristi ed esperti nutrizionisti – suoi colleghi, quindi – che si occupa in primis di analizzare le anamnesi di tutte le persone che vogliono intraprendere il protocollo per valutare idoneità, prima, e predisporre uno schema alimentare di mantenimento, poi.
    Finanziamo studi allo scopo di trovare riscontri scientifici alla bontà delle nostre proposte, a differenza di molte altre diete improvvisate e “fai da te”.
    Diversi studi sono stati pubblicati, ad esempio in collaborazione con il Polo di Fisiologia del Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Padova: l’ultima evidenza è stata pubblicata sulla rivista scientifica internazionale “Nutrients” e conferma inequivocabilmente che la Tisanoreica è un protocollo dietetico che può scongiurare il famigerato “effetto yo-yo” (perdere chili e poi riacquistarli subito dopo, ecco il link alla notizia: http://www.clicmedicina.it/pagine-n-56/diete-chetogenoche-08710.htm).

    Lei cita inoltre una recensione negativa di un associazione di consumatori, dimenticando di ricordare che quelle critiche al nostro protocollo – davvero assai faziose – sono state contestate in toto da autorevolissimi ricercatori Universitari indipendenti (ecco l’evidenza: http://www.affaritaliani.it/curadise/tisanoreica050713.html).
    Occorre anche chiarire un’altra grave inesattezza del suo articolo: tutti i nostri prodotti sono autorizzati dal Ministero della Salute, e non causano quindi intolleranze alimentari o allergie, affermarlo senza alcuna prova o evidenza è scientificamente ridicolo, e offende la reputazione della nostra azienda, che ha sempre prestato la massima attenzione alla qualità delle proprie proposte. Nel suo articolo, infine, i nostri prodotti vengono definiti “costosi”: è una critica che non tiene assolutamente conto del lavoro di ricerca scientifica e della qualità intrinseca che viene garantita, il prezzo in realtà è proporzionato al costante servizio di consulenza offerto gratuitamente dal Centro Studi e con l’elevata percentuale di successo ottenuto da chi segue il nostro protocollo dietetico.
    Ciò detto, la nostra è solo una delle proposte in commercio, ognuno è liberissimo di scegliere quella che più trova consona alle proprie esigenze. Ma siamo convinti che la giusta tutela degli interessi di chi come Lei si occupa a pagamento di consulenze dietetiche non possa passare attraverso la disinformazione a danno dei cittadini. Grazie per la l’attenzione che ci ha riservato e buona giornata.

  2. emilia ha detto:

    Gentilissimi,
    Vi ringrazio per avermi contattato.
    Quello che scrivo è quello che mi hanno insegnato esperti nel campo della nutrione umana. Comunque avete ragione sul fatto che ognuno è libero di scegliere i prodotti in commercio, io ho detto solo la mia opinione che combacia con altre persone. Giusta o sbagliata? In ogni caso bisognerebbe fare più propaganda per uno stile di vita più corretto perché le persone in sovrappeso stanno aunentando in Italia.
    Buon lavoro e buona giornata!.

  3. Antonio ha detto:

    Concordo… meglio evitare diete chimiche… perchè dopo averla testata su mia moglie… da quel giorno che ha smesso di assumere queste porcherie ha iniziato ad avere intolleranze ed allergie a tutti gli alimenti… quando prima non era intollerante a niente… nemmeno ai sassi… adesso non c’è una soluzione al problema… solo dei gran mal di pancia e gonfiore irriparabile… grazie mille di tutto adesso però ci devo combattere io e sono già due anni che non troviamo una soluzione al problema

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *