logo

Dieta: i 5 consigli della dietista Emilia Piotto per un’alimentazione bilanciata

dieta emilia piottoAvete pensato ai buoni propositi del 2018? Magari uno tra questi è perdere qualche chilo, oppure imparare a mangiare bene, cambiare stile di vita?
Oggi vi darò 5 consigli per raggiungere questi obiettivi.
Quando seguo un paziente nuovo domando sempre se è la prima volta che si mette a dieta o se ne ha già provate altre in passato, se la risposta è affermativa mi domando sempre il motivo del fallimento.
Non basta seguire un pezzo di carta alla lettera per perdere peso. Ci vuole forza di volontà, coraggio, predisposizione e voglia di mettersi in gioco. Quando si è a dieta è sbagliatissimo rinunciare a uscire con gli amici, non andare più al ristorante o bendarsi la bocca, tutto ciò porterà solamente a più frustrazione. Allora che si fa per dimagrire?

1- Mantenere uno stile di vita attivo

Ebbene sì, l’ho messo come punto principale perché cari miei lettori le diete da sole non fanno miracoli. Bisogna sempre abbinare una dieta bilanciata ed ipocalorica a una buona attività fisica. Se non avete abbastanza tempo per dedicarvi alla palestra o a uno sport vi consiglio di scaricare sul vostro cellulare un’applicazione per contare i passi giornalieri: non devono mai essere inferiore ai 10.000 passi. Dei piccoli segreti per camminare di più durante la giornata potrebbero essere per esempio parcheggiare la macchina più lontano rispetto al luogo da raggiungere, usare le scale piuttosto che l’ascensore, andare a prendere il pane a piedi, fare una passeggiata più lunga con il cane. Certo queste piccole cose non fanno perdere peso, però a lungo andare fanno consumare più calorie e ci attivano di più rispetto a rimanere seduti sul divano a pensare alla propria stanchezza!

2- Consumare pasti bilanciati

E’ inutile saltare i pasti e fare digiuni prolungati oppure mangiare un minestrone a cena e uno yogurt a pranzo. Le diete così drastiche fanno effetto per la prima settimana durante la quale eliminiamo liquidi in eccesso, poi si consumerà la massa muscolare per recuperare energia e proteine delle quali abbiamo bisogno. Meglio quindi sedersi a tavola con tranquillità e pensare a un menù che soddisfi i nostri gusti abbinando sempre proteine, fibre e una porzione (limitata) di carboidrati.

3- Limitare grassi e alcol

Insomma qualche sacrificio bisogna farlo. Sono concessi massimo 3 cucchiai al giorno di olio extravergine d’oliva e no a tutti i grassi saturi come burro, pancetta, grassi visibili, strutto, panna ecc. Sono grassi, danno molte calorie e non saziano!

4- La dieta parte dalla spesa

Vogliamo metterci in riga? Bene, iniziamo dalla spesa. Pensiamo a un menu’ salutare della settimana e compriamo solo i prodotti di cui abbiamo bisogno leggendo sempre la dieta degli ingredienti. Prenderemo coscienza così di cosa mangiamo, quali macromolecole e vitamine introduciamo. Evitiamo i prodotti con zuccheri aggiunti, tanti conservanti o coloranti. Più sono naturali e freschi, meglio è. Le etichette troppo lunghe di ingredienti spesso corrispondono ad alimenti di bassa qualità.

5- Pillole di felicità

Questo l’ho messo come ultimo punto ma in realtà è uno dei pilastri. Se non lasciate da parte lo stress, se non lasciate andare le negatività, ansia e varie problematiche non riuscirete mai a trovare un equilibrio per cominciare un buon percorso dietetico. Avrete sempre un rapporto sbagliato con il cibo, perché mangerete seguendo le vostre emozioni e non quando sentite di avere fame. Per questo vi consiglio un diario di emozioni e nel contempo alimentare nel quale annotate tutto quello che mangiate e ogni volta vi dovete domandare: perché ho mangiato questo? Per fame, per rabbia, per tristezza?
Prendiamo la vita con ottimismo, siamo felici di ciò che siamo e piano piano miglioreremo sicuramente partendo da questi presupporti!
Alla prossima!

Emilia Piotto, dietista esperta in nutrizione sportiva, specializzanda in counseling nutrizionale



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *