in Dieta e Alimentazione

Diabete: alcune regole alimentari da seguire

alimentazione diabeteE’ di questi giorni la notizia che l’uva potrebbe diminuire il diabete grazie ai suoi poteri antiossidanti. Ma cosa è nello specifico il diabete e quali sono le regole alimentari principali da seguire per chi è afflitto da questa malattia?
Il diabete è una patologia per la quale si ha una glicemia (livello degli zuccheri nel sangue) elevata anche a digiuno. Esistono principalmente due tipi di diabete: il diabete I e il diabete II con caratteristiche diverse.
 Il primo tipo insorge a pochi mesi o anni dalla nascita e di solito è ereditario. Le cellule endocrine del pancreas si autodistruggono non producendo più insulina che serve per trasformare gli zuccheri presenti nel sangue, dopo la loro digestione, in riserve energetiche ovvero glicogeno.
Invece il diabete di tipo II insorge di solito dopo i 30 anni, quando le cellule endocrine del pancreas impazziscono e non funzionano correttamente. Le cause di questo secondo tipo sono la scorretta alimentazione, lo stile di vita sedentario e in parte c’è anche una ereditarietà.

Oltre alla terapia insulenimica, il paziente diabetico dovrà seguire una corretta alimentazione. Dovrà stare attento al consumo di carboidrati, privilegiando quelli complessi ed evitando quelli semplici che fanno avere dei picchi assurdi di glicemia nel sangue. I carboidrati dovranno essere presenti sia a pranzo, sia a cena in uguali quantità e sempre accompagnati dal secondo piatto proteico e la verdura. Ricordiamo che le patate e il mais non sono verdura per il loro elevato contenuto di amido, ma sono da considerarsi carboidrati. Dovranno pertanto essere consumati al posto del pane, del riso o della pasta. Stessa cosa riguarda i legumi. Essi sono ricchi di proteine quindi sono considerati come “carne vegetale” e vanno mangiati come secondo piatto proteico e non come contorno.
Se non si ha il tempo di preparare un primo e un secondo, si può scegliere di fare un piatto unico contenente carboidrati e proteine come polenta e lenticchie, riso e piselli, gnocchi di patate al ragù o pasta al sugo di pesce.
Il diabetico dovrà evitare pasti abbondanti come digiuni prolungati, quindi dovrà fare tre pasti durante la giornata : colazione, pranzo e cena.
La frutta dovrà essere consumata in uno di questi momenti e non fuori pasto, sempre per il problema della glicemia. A questo proposito ricordiamo che quella più zuccherina sono i cachi, fichi, la già citata uva e le banane.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *