in Salute

Diabete mellito, mangiare sano e muoversi regolarmente per prevenirlo

diabete mellitoSecondo l’IDF (International Diabetes Federation) il 70% dei casi di diabete mellito potrebbe essere prevenuto grazie all’adozione di stili di vita sani ed equilibrati. In occasione della Giornata Mondiale del Diabete, celebrata nelle piazze italiane sabato e domenica 14 e 15 novembre, l’ISA (International Sweeteners Association) ha supportato ancora una volta la manifestazione presentando un video realizzato per l’occasione con l’obiettivo di sensibilizzare la comunità globale verso questa patologia. Secondo i dati diffusi dall’IDF (International Diabetes Federation) – promotrice della Giornata di sensibilizzazione insieme all’OMS dal 1991 – il 70% dei casi di diabete mellito potrebbe essere infatti prevenuto grazie all’adozione di uno stile di vita corretto ed equilibrato. Il video realizzato da ISA ricorda che bastano semplici gesti nella nostra vita quotidiana per ridurre il rischio di sviluppare il diabete, che riguardano sia la nostra alimentazione – consumando pasti più equilibrati, preferendo bevande light e utilizzando dolcificanti a basso contenuto calorico – sia l’attività fisica che svolgiamo giornalmente – scegliendo le scale anziché l’ascensore e praticando più movimento.
Proprio in relazione all’importanza dell’attività fisica, anche ANIAD (Associazione Nazionale Italiana Atleti Diabetici) si pone in prima linea per ricordare che praticare esercizio fisico regolarmente contribuisce in maniera significativa a ridurre il rischio di sviluppare questa patologia.
“Da molti anni ANIAD è impegnata ad aiutare i diabetici italiani a gestire al meglio la propria condizione attraverso la pratica di attività sportiva – ha commentato Gerardo Corigliano, Fondatore e Past President di ANIAD. “In occasione di questa importante Giornata di sensibilizzazione, vogliamo evidenziare che l’attività fisica in generale – unita ad una dieta sana, varia ed equilibrata – costituisce un ingrediente essenziale per scongiurare il rischio di sviluppare il diabete.”

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *