logo

Dalle mascherine ai termoscanner: dispositivi per contrastare il Covid-19

termocamere termoscanner covid-19Il Coronavirus ha sconvolto il mondo imponendo nuovi comportamenti e regole per la socialità e per la sicurezza nei luoghi di lavoro, dalla mascherina alla misurazione della temperatura con termoscanner quando entriamo in un ufficio o in un negozio.
In questi mesi abbiamo visto di tutto: dalle tristi immagini delle bare di Bergamo trasportate da camion militari alle testimonianze di chi ha perso un proprio caro a causa del virus, dalle strade vuote, alle limitazioni a cui ci siamo dovuti abituare.
Abbiamo anche visto un Paese che ha reagito ed ha saputo reinventarsi con la fantasia che lo contraddistingue, basti pensare alle maschere da snorkeling trasformate in attrezzature ospedaliere per terapia sub-intensiva e ai numerosi brevetti per la sanificazione e alle altre soluzioni innovative per ridurre al minimo il disagio e tutte le conseguenze che porta con sé il Coronavirus.
Ci sono tante tecnologie che vanno incontro alle necessità di controllo del contagio in tempi di Coronavirus e che faranno parte della nostra quotidianità: ultimo esempio l’app Immuni, disponibile in tutta Italia dal 15 giugno.
Anche università, enti e centri di ricerca pubblici e privati stanno dando il loro contributo in questo senso; insomma, è in gioco il futuro della sicurezza sul lavoro e non solo e grazie all’ingegno nostrano si stanno mettendo in campo le migliori soluzioni per affrontare al meglio la vita post-Covid ed essere preparati ad una eventuale seconda ondata.

L’importanza delle termocamere in ambito lavorativo e pubblico

Oltre alle misure di distanziamento sociale e le mascherine, molte strutture pubbliche e private si sono dotate di dispositivi per il rilevamento della temperatura corporea, come le termocamere con sensori termoscanner. Gli aeroporti sono stati tra i primi ad adottare i queste misure di prevenzione ma presto si è capito che si tratta di un’esigenza diffusa quella di individuare le persone in stato febbrile e quindi potenzialmente affette dal virus.
Tra le aziende, la richiesta di telecamere termiche è in crescita elevata: questi sistemi sono in grado di controllare e misurare la temperatura senza contatto e quindi gestire gli ingressi in ottemperanza al protocollo delle misure di contenimento al Covid-19.
Si tratta di strumenti di grande utilità sia in ambito lavorativo, cantieri e fabbriche, che nei luoghi pubblici, nelle stazioni, supermercati, palestre e ristoranti. E’ una soluzione importante per garantire ai propri dipendenti, collaboratori e clienti la sicurezza e limitare la diffusione dell’epidemia Covid-19.
Data la relativamente scarsa cultura in proposito, gli installatori forniscono una panoramica di utilizzo delle termocamere per il controllo accessi, che uniscono le tecniche di riconoscimento facciale al termoscanner.

Le regole da rispettare per combattere il Coronavirus

Abbiamo visto in questi mesi quanto il Coronavirus possa essere pericoloso e mortale:
ha fatto milioni di vittime e messo in ginocchio le economie di tanti Paesi del mondo, Italia compresa.
In queste settimane, dopo mesi di lockdown, abbiamo riassaporato la libertà di movimento ed abbiamo ricominciato a lavorare ma questa esperienza ci ha lasciato delle regole da rispettare per evitare di ripiombare nell’incubo.
Abbiamo imparato quanto è importante, lavare bene le mani, igienizzare gli ambienti, indossare la mascherina, evitare contatti ravvicinati e luoghi affollati ed anche le strette di mano e gli abbracci, rimandandoli a fine emergenza.
Abbiamo dato prova di grande maturità da cittadini affrontando una sfida così difficile che ci ha confinato nelle nostre case a lungo.
E’ stata molto dura e dovremo continuare ad essere prudenti.
Gli ospedali sono stati le nuove trincee, medici ed infermieri sono stati eroici, senza dimenticare il prezioso contributo di addetti alle pulizie, farmacisti e tutti quei lavoratori e volontari che hanno assicurato l’approvvigionamento alimentare durante il lockdown, l’assistenza agli anziani nel corso dell’emergenza.
Anche le aziende hanno dovuto far fronte ad una situazione drammatica, che ha imposto la chiusura per lungo tempo, mettendole in serio rischio di fallimento e di perdita di posti di lavoro. Adesso che piano piano si è riacceso il motore del Paese è necessario rispettare le norme di prevenzione anti-Covid ed adottare comportamenti responsabili e strumentazioni per consentire di svolgere attività quotidiane in totale sicurezza.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.