in Salute

Cuore di mamma: valutazione gratuita del rischio cardiologico per tutte le donne

cuore mammaIn occasione della Festa della Mamma, venerdì 11 maggio GVM Care & Research, network italiano della sanità presente su tutto il territorio nazionale, mette a disposizione alcuni dei suoi ospedali e poliambulatori per offrire alle mamme sopra i 35 anni una valutazione gratuita del rischio cardiovascolare.
L’iniziativa, chiamata “Cuore di Mamma”, è volta a sensibilizzare le donne sulla necessità di svolgere periodici e accurati controlli sullo stato di salute dell’apparato cardiaco, le cui patologie costituiscono la prima causa di morte in Italia, essendo responsabili del 44% dei decessi.
Secondo gli ultimi dati pubblicati dal Ministero della Salute, questi valori sono ancora più preoccupanti per le donne, in particolare dopo la menopausa. Una donna over 60 su due infatti perde la vita a causa di problemi cardiologici.
Nonostante questi dati allarmanti, tuttavia, le patologie cardiologiche non spaventano ancora quanto il cancro, che invece è responsabile solo del 23,8% dei decessi, e la cultura della prevenzione delle malattie al cuore tarda a diffondersi.

“Perché pensare alla prevenzione durante una festa? Perché per fare festa occorrono serenità e salute. E perché pensare alla prevenzione cardiovascolare nelle donne? Non sono immuni dalle malattie del cuore? – queste le riflessioni proposte dal Professor Luigi Tavazzi, Direttore Scientifico di GVM Care & Research e Chairman dello EURObservational Research Programme, il vasto programma di registri osservazionali della Società Europea di Cardiologia, che risponde: – In realtà non lo sono. Le donne sono parzialmente protette dal rischio di attacchi cardiaci e cerebrali nella vita feconda, poi il rischio diventa gradualmente simile in uomini e donne finché in età avanzata questi eventi prevalgono su quest’ultime.”
“Sensibilizzare le donne alla prevenzione – conclude Tavazzi – significa preparare le generazioni future a una vita migliore. Per questo la festa della mamma è una buona occasione, non solo affettiva, per pensare al proprio cuore.”

Il controllo proposto da GVM Care & Research non è invasivo e in circa 15 minuti prevede elettrocardiogramma, misurazione della pressione arteriosa, misurazione del colesterolo totale e HDL, oltre alla compilazione della carta del rischio di sviluppo di malattie cardiologiche entro 10 anni.
Sviluppata con il contributo della Fondazione Ettore Sansavini, l’iniziativa rientra nelle spirito etico di GVM Care & Research che si pone al fianco della persona e ritiene fondamentale fornire il proprio contributo anche sul fronte della prevenzione.

Gli ospedali di GVM coinvolti dall’iniziativa sono importanti realtà locali che testimoniano la storica vicinanza del Gruppo con il territorio, attraverso la comprensione delle sue esigenze e il confronto continuo con il pubblico:

  1. CLINICA SANTA CATERIA DA SIENA (Torino)
  2. ICLAS (Rapallo)
  3. SALUS HOSPITAL (Reggio Emilia)
  4. PRIMUS FORLI’ MEDICAL CENTER (Forlì)
  5. RAVENNA MEDICAL CENTER (Ravenna)
  6. MARIA CECILIA HOSPITAL (Cotignola – Ravenna)
  7. CLINICA PRIVATA VILLALBA (Bologna)
  8. VILLA TORRI HOSPITAL (Bologna)
  9. ISTITUTO CLINICO CARDIOLOGICO (Roma)
  10. D’AMORE HOSPITAL (Taranto)
  11. ANTHEA HOSPITAL (Bari)
  12. CITTA’ DI LECCE HOSPITAL (Lecce)
  13. POLIAMBULATORIO MEDICOL (Conversano – Bari)
  14. MARIA ELEONORA HOSPITAL (Palermo)

Per informazioni visitare www.gvmnet.it, www.ricercascientifica.org oppure rivolgersi alla struttura più vicina alla propria sede di residenza.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *