in Dieta e Alimentazione

Cosa evitare a tavola per star bene

saleOggi tratteremo quattro alimenti di colore bianco da ridurre o evitare completamente a tavola per migliorare la nostra salute e prevenire alcune malattie. Si tratta di zucchero raffinato, sale, farina “00” e burro.

ZUCCHERO RAFFINATO
Ha un indice glicemico altissimo, è sconsigliato in primis ai diabetici, ma anche a tutti coloro che seguono una dieta ipocalorica. È uno zucchero semplice che entra subito in circolazione, provocando un picco di glicemia, seguito da un calo rapido di ipoglicemia.
Una continua introduzione di zucchero porta alla continua produzione di insulina nei soggetti normali, che a lungo andare provoca senso di affaticamento, calo di concentrazione, stanchezza cronica e diabete.
Per una sana alimentazione e un controllo maggiore della glicemia basterebbe introdurre nell’alimentazione carboidrati complessi come pasta, cereali, pane … ecc accompagnati sempre da fibre (frutta e verdura) per un carico glicemico minore, quindi un controllo maggiore. Abituiamoci a fare di meno quindi dello zucchero scoprirete che il caffè amaro ha lo stesso un buon sapore, basta abituarsi!

 

SALE DA CUCINA
Gli esperti raccomandano di non superare i 6g giornalieri, chi soffre di ipertensione non deve superare i 3g al giorno, tutti però ne usiamo troppo. Gli alimenti di per sé contengono già sale, abituiamoci a non usarlo in più per condire. Piuttosto usiamo aceto o spezie aromatiche che danno un buon sapore, ed essendo naturali, hanno spesso molte proprietà curative.
Troppo sale fa male perché porta alla pressione alta, alla perdita di calcio nelle ossa con l’insorgenza di osteoporosi, rende più difficile la digestione, provoca insonnia e tic nervosi.
FARINA TIPO “00”
Questa farina, molto dolce al palato e gustosa, è troppo raffinata per il nostro organismo. Come tutti gli alimenti raffinati, i prodotti fatti con questo alimento, come pane, pasta, dolci e altro ancora, ha un carico glicemico maggiore e provoca troppi sbalzi repentini alla nostra glicemia. Inoltre, recenti studi confermano che, se si mangiano troppi alimenti raffinati, si potrebbero sviluppare intolleranze alimentari o allergie, come la famosa intolleranza al glutine che può sfociare nella celiachia. Questo perché, il nostro intestino, trova facile la digestione di alimenti privi di fibre, allora si “addormenta”, e a lungo andare sviluppa una e vera allergia contro il glutine. Abituiamoci a privilegiare prodotti da forno integrali, essendo più ricchi di fibre, aiutano a lavorare meglio il nostro intestino.

BURRO
Come tutti i grassi di origine animale, anche il burro è un grasso saturo, un grasso che non fa per niente bene all’organismo, poiché alza il colesterolo. Anche se ha meno calorie rispetto all’olio d’oliva, è meglio non utilizzarlo in cucina o nei nostri piatti, se vogliamo ridurre il colesterolo e se seguiamo una dieta ipocalorica.
Cominciamo ad eliminare questi 4 alimenti bianchi dalla nostra tavola, il nostro corpo ci ringrazierà!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *