in Dieta e Alimentazione

Consigli dietetici: più spezie e meno sale

speziePiù spezie e meno sale: lo afferma anche un’ultima ricerca dell’Università di San Diego (California) effettuata su un campione di 55 persone, delle quali il 60% presentava una condizione di sovrappeso e che soffrivano di patologie quali ipertensione e/o diabete tipo II.

Per un mese è stato chiesto a queste persone di seguire una dieta ipocalorica con poco sodio, seguita da controlli medici. Nella fase seguente invece sono stati obbligati a seguire un corso vero e proprio di cucina della durata di 20 settimane, per imparare a cucinare con l’uso di spezie aromatiche ed erbe per insaporire i piatti. Lo scopo era quello di ridurre l’uso del sale durante la preparazione dei pasti. Si è osservato che l’uso del sodio è passato da 3450 mg inizialmente a 966 mg al giorno finito il corso. Un risultato eccezionale, che fa riflettere gli esperti in questo campo.

Sì, perché le persone se seguite bene, cambiano totalmente “stile di vita”. Hanno visto che con l’uso di spezie ed erbe aromatiche, i piatti vengono ben saporiti e gustosi, e il sale risulta inutile nella preparazione. Non tutti sanno infatti che questo, se consumato in eccesso, provoca un aumento della pressione sanguigna, instaurando un processo di ipertensione, trattiene i liquidi, con la formazione della cellulite per le donne, un aumento del peso corporeo in generale (favorendo il sovrappeso), e stimola di meno la diuresi.

Anche le linee guida per una sana alimentazione raccomandano l’uso moderato del famoso “sale”. Non bisognerebbe superare i 6g al giorno (compreso quello contenuto naturalmente negli alimenti, non solo quello che usiamo per condire i pasti). Per chi soffre di ipertensione invece la dose non deve superare i 2 g al giorno. Cominciamo quindi a scoprire il rosmarino, l’origano, l’alloro, peperoncino, pepe e tante spezie ancora …vedrete che stupirete chi vi è vicino con dei piatti prelibati e farete del bene anche a voi stessi!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *