in Salute

Si spara chiodo di nove centimetri nel cervello e sopravvive

chiodo cervelloArriva direttamente da un sobborgo di Chicago una storia che ha dell’incredibile. Dante Autullo, questo il nome del protagonista, viene ricoverato all’ospedale a causa di una nausea fortissima. I medici decidono di sottoporlo ad una radiografia alla testa e, sorpresa delle sorprese, restano allibiti: nel cranio del paziente è ben visibile un chiodo di nove centimetri.
Come è potuto accadere? Autullo ha spiegato che stava facendo dei lavori in garage con la pistola sparachiodi. Ad un certo punto ha inavvertitamente sparato un colpo e sentito un sibilo, ma sia lui che il suo aiutante avevano supposto che il chiodo fosse volato sul pavimento. L’amico che lo aiutava ha notato solo una ferita superficiale al capo, opportunamente disinfettata. Ma dopo ventiquattro ore, ecco l’acutissimo mal di testa, il successivo ricovero e la scoperta di avere un chiodo nel cervello.
L’incidente che avrebbe potuto costare la vita non ha avuto conseguenze cerebrali: l’estrazione del metallo è perfettamente riuscita ed Autullo potrà conservare il chiodo come ricordo della sua miracolosa fortuna.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *