in Psicologia

Bullismo: le conseguenze sul piano psicologico

bullismo conseguenzeOggi parliamo dell’odioso fenomeno del bullismo. Si tratta di veri atti di persecuzione, violenza fisica e/o verbale, basati sulla denigrazione e sull’intimidazione dell’altro.
Succede spesso tra i banchi di scuola e crea una grande sofferenza in chi subisce, tanto che molte delle vittime si sentono davvero inadeguate e tormentate, reagendo a volte con gesti disperati.

Inoltre cresce la versione cyber del bullismo, alla luce dell’uso ormai incontrollato che si fa del web anche tra gli adolescenti. La rete è purtroppo un covo di “haters” e di persone che, celate dietro l’anonimato di un nickname, sfogano il loro lato becero contro qualcun’altro con messaggi volgari, offensivi per danneggiarne la reputazione. Vengono condivisi sul web video e messaggi con informazioni private, talvolta imbarazzanti sul malcapitato ragazzo preso di mira.
Sono gesti di una cattiveria gratuita che purtroppo minano la serenità di chi non è attrezzato per reggere le critiche, in virtù della giovane età.

Esperienze traumatiche vissute durante l’infanzia e l’adolescenza, come il bullismo, possono determinare disagi, che a loro volta si possono trasformare in veri e propri atti distruttivi.

Per questo, è fondamentale non sottovalutare il fenomeno, quindi cogliere in tempo i segnali di disagio e agire tempestivamente: le conseguenze del bullismo sul piano psicologico, sia a breve che a lungo termine, possono essere molto drammatiche. Soprattutto in situazioni di integrazione, l’attenzione ai ragazzi deve sempre rimanere alta.

Alla lunga, infatti, le vittime arrivano a mostrare una svalutazione di sé e delle proprie capacità, insicurezza, problemi sul piano relazionale, fino a manifestare, in alcuni casi, veri e propri disturbi psicologici, tra cui quelli d’ansia o depressivi.
Più il tempo passa, più i ruoli si definiscono e le conseguenze diventano dannose.

Per questo, Telefono Azzurro da ormai quasi trent’anni mantiene alta l’attenzione sul tema e ogni giorno mette in campo azioni concrete per contrastarlo. Contro il bullismo si devono attivare sia la scuola che la famiglia: è importante che genitori e insegnanti comunichino tra loro e si metta in atto un intervento condiviso e coerente. Al centro di tutto ci deve essere l’ascolto. Telefono Azzurro, attraverso la linea gratuita 1.96.96, ogni giorno 24 ore su 24, accoglie richieste di aiuto da parte di bambini, adolescenti e adulti in difficoltà.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *