in Salute

Le batterie al litio sono un pericolo per i bambini

batterie litioLe batterie al litio sono sempre più un pericolo per i bambini: le ultrapiatte vengono infatti scambiate spesso per una caramella ed ingerite. Una ricerca degli Stati Uniti ha mostrato come i casi di morte infantile siano aumentati negli ultimi 25 anni, in particolare l’aumento percentuale del6,7  di casi di ingestione di batterie tra il 1985 e il 2009 è direttamente connesso con l’uso più diffuso di batterie al litio.

I medici puntano il dito soprattutto sulle pile al litio da 20 millimetri, molto più spesse di una semplice monetina: l’ingestione provoca lesioni gravi immediate, che anche dopo gli interventi chirurgici lasciano tracce di difficoltà di digestione e respiratorie.
Le pile al litio sono utilizzate per macchine fotografiche, telecomandi, orologi, apparecchi acustici, giocattoli o anche biglietti di auguri musicali, facilmente consegnati nelle mani dei bambini. La pericolosità è indubbia, ma i consumatori le amano sia per lo scarso ingombro sia per l’indubbio vantaggio delle lunga durata. E’ richiesta quindi, da parte dei genitori, la massima attenzione: spesso il bambino inghiotte la batteria senza che nessuno lo veda. E’ importante sottolineare che i primi sintomi di avvelenamento – come febbre, vomito, scarso appetito e letargia – non sono immediatamente assimilabili all’ingestione del litio, e vengo spesso confusi con malanni passeggeri. D’altra parte i medici hanno anche invitato i costruttori a progettare vani più sicuri e non apribili dai bambini.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *