in Salute

Bambini e fame: emergenza in Pakistan e Corno d’Africa

bambini fameNella settimana mondiale per l’allattamento al seno, l’attenzione alle condizioni dei bambini nelle zone disagiate si carica di nuove responsabilità. I funzionari delle Nazioni Unite, in missione in varie zone del mondo, esprimono preoccupazione in particolare per le condizioni dei bambini nel Corno d’Africa e Pakistan, due nazioni alle prese con problemi ambientali e politici difficili da risolvere.

Il Pakistan è ancora afflitto dalle conseguenze dall’immane alluvione che l’anno scorso ha colpito almeno tre milioni e mezzo di persone. La denutrizione provoca conseguenze sulle nascite: il 31% dei neonati nasce sotto peso e solo uno su cinque viene vaccinato. La malnutrizione delle donne fa sì che le giovani madri abbiano poco latte con cui nutrire i figli. Un’alimentazione ridotta al minimo indebolisce le piccole creature, col risultato che ogni giorno un centinaio di bambini sotto i cinque anni perde la vita.
Se in Pakistan il disagio è dettato dalle condizioni ambientali, l’Etiopia, la Somalia ed il Kenya aggiungono la difficile situazione politica. Le ultime stime parlano di 640.000 bambini sotto la soglia di nutrizione nel Corno d’Africa: una vera emergenza.
Insomma, la fame nel mondo esiste e persiste, colpendo in primo luogo i bambini: l’informazione ne parla con un certo pudore, o la sottolinea a sprazzi. E’ un argomento fastidioso, ma se non se ne discute, difficilmente si sensibilizza verso i problemi di realtà tanto lontane. Per tanto se qualcuno ha interesse a scrivere la propria testimonianza di impegno sociale in paesi in difficoltà, contatti pure la redazione: saremo ben lieti di dare all’argomento lo spazio che si merita.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *