in Vacanze e Centri Benessere

Bagni di Bormio: un’oasi di relax per ritrovare il benessere

bagni bormioCari amanti del relax, condivido con voi la mia recente esperienza ai Bagni Vecchi di Bormio. Si tratta di una vera e propria coccola per il corpo e per la mente. Se volete staccate la spina per una giornata questo è il luogo ideale. Si trova in Valtellina, in provincia di Sondrio e dista circa 3 ore da Milano. Il tragitto non è impervio, è ben collegato, certamente occorre calcolare un pernottamento nelle tante strutture ricettive di Bormio e dintorni per ammortizzare la permanenza alle terme. Sicuramente meritano almeno una mezza giornata e chi non abita nei dintorni deve organizzarsi così se non vuole trascorrere tante ore in auto in un giorno solo.
La strada viene ripagata dalla bellezza e dalla pace del posto, nonché e dai percorsi benessere che la struttura QC Terme offre.
La location regala un panorama spettacolare sulla conca di Bormio: dai solarium e dalla piscina esterna a picco sulla roccia si gode di una vista spettacolare sulle montagne e sulla vallata. Se la giornata è soleggiata, benvenuti in paradiso!
bormio

All’esterno sono presenti due tinozze di acqua calda dove tuffarsi e rilassarsi.
L’interno è molto vario, ci sono diversi ambienti: Bagni Romani, Bagni Arciduchessa, Bagni Medievali e Bagni Imperiali.
I Bagni Romani sono i miei preferiti: hanno due vasche interne dedicate a Cassiodoro, realizzate in una grotta nella quale scaturisce una sorgente d’acqua termale ricca di fanghi sulfurei, dove immergersi, creando un atmosfera intima e riposante.
Plinio il Vecchio citò per primo questi bagni nella sua Naturalis Historia del I sec. d.C..
Già, perché da qui sono passati come ospiti tanti personaggi che hanno fatto la storia: Leonardo da Vinci, Teodolinda e Ludovico il Moro danno il nome a diverse saune dei Bagni Medievali. A Garibaldi, Vittorio Emanuele III e Ferdinando d’Austria sono intitolate cascate ed altre vasche con idromassaggio nei Bagni Imperiali.
I Bagni Arciduchessa si compongono di bagno turco, sauna rustica, da abbinare alla vasca di reazione, biosauna al fieno, tinozza all’aperto e sauna relax.

Il percorso non si esaurisce qui: ci sono altre saune aromatizzate, sale relax panoramiche come la sala Braulio e la sala delle Vigne o aromatizzate e con cromoterapia.
Insomma si tratta di una struttura ben fatta, che sorge in un contesto architettonico antico e suggestivo.
Le sorprese non sono finite, c’è ancora una chicca da scoprire: la grotta di S.Martino. E’un bagno turco naturale, scavato nella roccia per oltre 50 metri. La parte più affascinante è il calidarium, una galleria d’acqua calda che sgorga dalle sorgenti di acqua termale.

Unico neo è il buffet non compreso nell’ingresso giornaliero, ma da pagare a parte. Si può scegliere tra 3 diversi menu proposti: pagando 10 euro si ha yogurt e cereali, mentre con 16 euro si accede una tantum al buffet con salumi, formaggi e piatto caldo, con 20 euro si guadagna l’accesso illimitato al buffet fino al pomeriggio.

Queste terme garantiscono un’immersione nella storia alla scoperta di un benessere senza tempo per ricaricare le batterie e lasciare lo stress altrove. Suggerisco una tappa anche al vicino Passo dello Stelvio: relax per gli occhi!
In conclusione, vale proprio la pena trascorrere una giornata ai Bagni Vecchi di Bormio: regalano una sensazione di benessere unica. Condivido con voi una frase emblematica a tal proposito, che sia un invito a prendersi cura di corpo e mente in modo sano e d equilibrato:

Abbi cura del tuo corpo, è l’unico posto in cui devi vivere.(Jim Rohn)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *