in Dieta e Alimentazione

Api: la moria mette a rischio la biodiversità

api biodiversitàLa Natura ci fornisce da sempre uno scenario d’incredibile bellezza, nonché frutti eccezionali per il nostro sostentamento. Frutta e verdura sono uno splendido esempio di alleanza tra ecosistemi: le api sono le protagoniste dell’impollinazione delle piante, senza la quale in tavola non ci sarebbe la varietà di ortaggi e frutta che abbiamo.
Quindi non solo miele, ma anche un’attività essenziale per l’agricoltura e di conseguenza per la nostra alimentazione. E il cibo è salute.
Purtroppo però la biodiversità è a rischio e cala la varietà di piante e animali esistenti tanto che alcuni fenomeni naturali, tra cui l’impollinazione, risentono di questa problematica, con effetto domino sull’agricoltura.
Oltre 240 le colture nel mondo, necessitano del lavoro prezioso delle api per sopravvivere, ma gli insetti continuano ad essere decimati. Le cause sono:

-lo sfruttamento agricolo intensivo: monocultura, dettata dalla volontà industriale

-l’uso di pesticidi che ad esempio riducono la fertilità dei fuchi (i maschi delle api), come confermato dalla ricerca dell’Università di Berna

-i cambiamenti climatici

Le api mellifere sono quindi la cartina di tornasole di sostenibilità rurale e la moria delle api ci dice che qualcosa sta andando storto…
Tutela e miglioramento dell’ambiente passano dalla salvaguardia vegetazione, a sua volta legata al contributo degli insetti impollinatori, anello della rete ecologica globale. A tal proposito esiste una campagna attivata nell’ambito del progetto Mediterranean CooBEEration, per sostenere l’apicoltura e il suo ruolo strategico per la salvaguardia della biodiversità.

Perciò riflettiamo e agiamo in maniera tale da impattare il meno possibile sull’ambiente.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *