in Salute

Allergia al polline: combatterla con l’aiuto della natura

alllergia al pollineIn Europa sono ben 113 milioni le persone affette da allergia al polline, in continuo aumento. Ma è possibile curarsi con la natura? L’allergia ai pollini è la forma più diffusa di allergia in Europa: colpisce milioni di persone in tutto il mondo, con sintomi differenti che vanno da un semplice arrossamento degli occhi fino a forme d’asma medio gravi. Gli antistaminici rappresentano sicuramente la forma più efficace di medicinale disponibile sul mercato per trattare questo problema, ma chi ne soffre può anche ricorrere a rimedi naturali per aiutare il proprio organismo a gestire meglio l’allergia: se si riesce a controllare il rilascio di istamina, la proteina che il corpo produce quando si verifica il contatto con un allergene, è possibile tenere sotto controllo anche i sintomi più comuni come naso intasato, bruciore agli occhi ed eritemi.

Ecco i 5 principi ed alimenti che aiutano il nostro corpo contro i principali sintomi dell’allergia da polline:

-Vitamina C: oltre ai tanti effetti benefici per cui è solitamente conosciuto, la vitamina C è un importante antistaminico naturale che può aiutare chi soffre di allergia. Ricordatevi quindi di includere nella vostra dieta arance, peperoni, carote, broccoli, cavolfiori, fragole, spinaci, limoni, pompelmo, kiwi, pomodori, lattuga e banane.
-Flavonoidi: chi è affetto da allergia al polline dovrebbe sempre consumare alimenti ricchi di quercitina, un principio molto importante che aiuta a controllare il rilascio d’istamina. I cibi che lo contengono in particolare sono gli agrumi, cipolle, mele, prezzemolo, pomodori, broccoli, legumi e la lattuga.
-Omega 3: negli anni sono stati condotti diversi studi che dimostrano come questi acidi grassi aiutino a controllare gli effetti più comuni dell’allergia in quanto potenti antiinfiammatori. Consumare salmone, noci, semi di canapa e semi di lino una volta al giorno fa davvero bene alla salute!
-Ortica: questa pianta ha tantissime proprietà e grazie all’alto contenuto di quercitina è un antistaminico naturale davvero efficace. Per assumerlo potete scegliere di acquistare le capsule in erboristeria o sotto forma di decotto. Fate attenzione se siete incinte o se vi state curando con farmaci contro la pressione alta, perché in questi casi l’utilizzo è fortemente sconsigliato.
-Aceto di mele: l’utilizzo dell’aceto di mele come antistaminico è un vero e proprio rimedio della nonna, ma sono molte le persone che ne assicurano gli effetti benefici nella cura dell’allergia ai pollini. La ricetta vorrebbe due cucchiai di aceto in un bicchiere d’acqua bevuto tre volte al giorno per quattro giorni di seguito, provare per credere!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *