in Dieta e Alimentazione

Alimentazione corretta contro la stanchezza stagionale

stanchezzaIl nostro organismo si deve adattare ai cambi di stagione. Uscito da un inverno rigido come lo è stato quest’anno poi, ci mette un po’ più di tempo per autoregolarsi. Per questo durante la primavera, e il volgimanto all’estate, ci sentiamo più stanchi del solito. Facendo dei piccoli accorgimenti sia circa le proprie abitudini alimentari, sia a riguardo delle stile di vita, questa stanchezza calerà.

Prima di tutto bisogna evitare i cibi ipercalorici e limitare l’uso dei grassi. Sarebbe meglio usare solo l’olio extravergine d’oliva come condimento ed evitare le cotture elaborate come la frittura. Queste cose appesantiscono il processo digestivo, quindi sarebbe uno stress per il nostro organismo che già fa fatica a reagire al cambio della stagione.
Un’altra regola da seguire sarebbe quella aumentare il consumo di verdure che aumentano la funzionalità epatica e aiutano a lavorare e regolarizzare l’intestino, spesso “addormentato” durante gli sbalzi di temperatura e i cambi d’aria come succedere all’inizio della primavera.
E’ bena anche aumentare il consumo di cereali integrali e legumi, ricchi di vitamine del gruppo B utili per il sistema nervoso, e di sali minerali come magnesio e cromo che invece intervengono nel metabolismo degli zuccheri evitando ipoglicemie e crampi.
Infine ricordiamo di fare tre pasti completi durante la giornata. La colazione che deve essere a base di latte parzialmente scremato, magro o yogurt accompagnato da cereali, fette biscottate o frutta fresca in modo tale da introdurre il 20% delle calorie totali della giornata.
Il pranzo e la cena che devono fornire singolarmente il 40% delle calorie totali della giornata. Quindi a ogni pasto non devono mancare carboidrati, proteine, verdura e frutta. In altri termini sia a pranzo che a cena devono essere presenti pasta, riso o pane insieme a un secondo piatto proteico (carne, pesce, uova, legumi, affettati magri o formaggi freschi) in quanto solo carboidrati o solo proteine non forniscono i nutrienti di cui il nostro organismo ha bisogno.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *