in Psicologia

Adolescenti: più Facebook, meno televisione

adolescenti su facebookL’edizione 2010 dell’indagine “Abitudini e Stili di vita degli adolescenti” che la Società Italiana di Pediatria svolge da quattordici anni su un campione nazionale di 1300 studenti delle scuole medie inferiori di età compresa tra gli 12 e i 14 anni ci fornisce un’idea precisa degli stili comportamentali adottati dai ragazzi di oggi.
Per la prima volta si assiste al sorpasso, quello di internet sulla televisione: tra gli adolescenti il web batte il piccolo schermo. Inarrestabile l’ascesa di facebook: il 67% ha un profilo sul social network più famoso al mondo, contro il 50% del 2009.
Gli intervistati che passano sul web più di 3 ore al giorno (17,2%) superano quelli che passano più di 3 ore al giorno davanti al piccolo schermo (15,3%), dato in calo rispetto allo scorso anno quando la percentuale dei ragazzi che guardava la tv più di tre ore al giorno era pari al 22%.
Aumentano i comportamenti a rischio nella rete, come dare il telefonino a uno sconosciuto.
Si riduce il consumo di alcol e sigarette, ma non quello di droghe leggere. Dilagano le “diete fai da te”. I genitori influiscono sulle scelte dei figli meno di quanto gli stessi figli ritengono giusto e aumenta il numero di adolescenti che reputa “troppo poche” le regole date dalla famiglia. Un dato preoocupante: si riduce la fiducia verso tutte le figure istituzionali (insegnanti, forze dell’ordine, medici, magistrati, preti, politici).
L’indagine, patrocinata dal Ministero della Gioventù, sarà presentata al Convegno “la Società degli Adolescenti” il 2 dicembre a Salsomaggiore.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *